Come scegliere l’aspiratore industriale corretto per la tua applicazione

Date19/06/2023
Progetto Senza Titolo (8)

Hai bisogno di un aspiratore industriale ma non sai come sceglierlo? Per capire quale acquistare è importante tenere a mente:

  • il materiale da aspirare (polvere, liquidi, fumi ecc.);
  • l’applicazione dell’aspiratore;
  • il luogo di utilizzo.

La valutazione del materiale che si desidera aspirare è fondamentale: a seconda della granulometria e del peso delle polveri, sarà necessario utilizzare un aspiratore con determinate specifiche tecniche di prestazioni, filtrazione e raccolta.

L’applicazione dell’aspiratore è un elemento cruciale. Se hai bisogno di un aspiratore da installare su una linea di produzione, sarà necessario orientarsi su una macchina in grado di funzionare in maniera continuativa 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, mentre per pulizie saltuarie o settimanali sarà sufficiente un aspirapolvere WD con motori monofase, efficace e maneggevole allo stesso tempo.

L’ambiente di lavoro è un’altra variabile importante da considerare: lavorando in un ambiente ad alto rischio di esplosione (zone ATEX), ad esempio, sarà necessario optare per un apparecchio certificato per essere utilizzato in ambienti potenzialmente esplosivi.

Se vuoi avere una guida completa e intuitiva sulle domande da porti per scegliere l’aspiratore industriale perfetto per le tue esigenze, scarica la nostra infografica dedicata.

Come Scegliere Il Tuo Aspiratore
 

Abbiamo progettato gamme specifiche di prodotti in grado di soddisfare ogni necessità comune di aspirazione all’interno di ambienti produttivi ed industriali. Per quelle specifiche Depureco è sempre disponibile a realizzare soluzioni personalizzate.

Quali sono queste gamme di prodotti? Continua a leggere per avere una panoramica sui prodotti.

Indice degli argomenti (clicca per andare al paragrafo):

Aspiratori industriali monofase

1 1

Gli aspiratori industriali monofase sono strumenti versatili, progettati per la pulizia e l’aspirazione di polvere, detriti di varia natura e liquidi in ambienti industriali.

16
17

Caratteristiche degli aspiratori industriali monofase

Un aspiratore industriale monofase è compatto, ergonomico e maneggevole, con un carrello con ruote pivotanti che ne rende semplice lo spostamento. Equipaggia motori elettrici monofase, estremamente affidabili e in grado di garantire fino a 1.300 ore di vita all’aspiratore prima di dover essere sostituiti.

Sono in grado di aspirare:

  • Polvere: anche le più sottili, in completa sicurezza. Sugli aspiratori monofase, che già equipaggiano filtri in poliestere ad alta efficienza (1micron) è infatti possibile montare un filtro aggiuntivo (HEPA 13 o HEPA 14) che garantisce che l’aria che viene reimmessa nell’ambiente di lavoro sia sempre pulita, anche in caso di polveri finissime. Se è necessario evitare qualsiasi contatto dell’operatore con le polveri, allora ti consigliamo di scegliere un aspiratore con sistema di raccolta Longopac. Il Longopac è un sistema di sacco continuo, che viene posizionato al posto del classico contenitore: la raccolta del materiale aspirato avviene direttamente al suo interno e il sacchetto viene sigillato e tagliato in base al volume raggiunto.
  • Liquidi: gli aspiratori industriali per liquidi sono dotati di un contenitore che permette di raccoglierne in grandi quantità. Sono adatti per pulire aree con rischio di scivolamento, proteggendo così la sicurezza dei lavoratori. Lo scarico del liquido aspirato avviene per gravità, tramite una valvola a sfera manuale posta sul fondo del contenitore, ma è anche possibile installare una pompa per svuotare il contenitore simultaneamente all’aspirazione.

Utilizzo e applicazioni

Gli aspiratori monofase sono macchine ideali per utilizzo non-continuativo in compiti di pulizia e manutenzione.  Sono quindi adatti per:

  • piccole e medie imprese;
  • laboratori;
  • officine;
  • applicazioni industriali leggere.

La scelta del modello specifico dipende dalle esigenze dell’utilizzatore finale e dalle caratteristiche dei materiali o sostanze che devono essere aspirati

  • piccole e medie imprese;
  • laboratori;
  • officine;
  • applicazioni industriali leggere.

La scelta del modello specifico dipende dalle esigenze dell’utilizzatore finale e dalle caratteristiche dei materiali o sostanze che devono essere aspirati.

 
2
Minibull 04 Copia

Aspiratori industriali trifase per uso continuativo

2 1

Gli aspiratori industriali trifase sono utilizzati in diversi settori industriali per mantenere rimuovere polvere, liquidi e altri residui di materiali derivanti dai processi di produzione e lavorazione. Sono in grado di garantire elevate prestazioni di aspirazione sia per aspirazione su linee di produzioni che per compiti di pulizia generale degli ambienti di lavoro.

18
19

Caratteristiche

Sono aspiratori industriali potenti, equipaggiati con una turbina a canale laterale (fino a 25kW di potenza), che permette di lavorare in modo continuativo 24/7, senza necessità di manutenzione. Hanno la capacità di gestire grandi volumi d’aria e raccogliere grandi quantità di materiale senza difficoltà.Sui modelli trifase è montata una valvola rompivuoto, che si attiva automaticamente in determinate condizioni di pressione. Contribuisce a proteggere il motore e a garantire un funzionamento sicuro della macchina, riducendo il rischio di danni o malfunzionamenti.

Utilizzo e applicazioni

Gli aspiratori industriali trifase sono progettati per aspirare una vasta gamma di materiali e sostanze presenti in diversi contesti industriali.

Possono gestire sia materiali solidi che liquidi, a seconda della configurazione e delle caratteristiche tecniche dell’aspiratore. Alcuni possono essere configurati con filtri o accessori specifici per affrontare meglio determinati materiali o sostanze.

Trovano ampio impiego in vari settori e hanno diverse applicazioni in ambito industriale, in particolar modo in quei contesti dove è necessaria una macchina capace di lavorare 24/7 senza interruzioni e che garantisca la massima affidabilità.

Grazie alla loro potenza e versatilità sono ottime soluzioni sia per applicazioni di pulizia generale che di aspirazione diretta su linee di produzione, sia come macchina di processo o per semplice manutenzione o anche come unità aspirante di un impianto centralizzato di aspirazione.

Proprio per via della loro versatilità, i trifase sono altamente personalizzabili. È possibile personalizzare:

  • i materiali di costruzione (es. acciaio inox o verniciato);
  • il media filtrante;
  • i sistemi di pulizia del filtro;
  • funzionalità aggiuntive e specifiche, come il controllo da remoto dell’unità.

Complessivamente, gli aspiratori industriali trifase offrono una flessibilità significativa in termini di configurazione, accessori, filtri e materiali, consentendo una personalizzazione precisa per adattarsi alle esigenze specifiche di diversi contesti industriali.

 
3
4

Depolveratori industriali

3

I depolveratori industriali sono prodotti in grado di generare altissimi valori di portata d’aria. Sono facilmente trasportabili da una zona di lavoro all’altra e sono progettati per aspirare polveri fini in sospensione e fumi e vapori.

Caratteristiche

Gli aspiratori industriali per polveri sottili sono equipaggiati con filtri stellari o a cartuccia in categoria M a elevatissima superficie (efficienza di filtrazione fino a 1 micron) e di un filtro Hepa opzionale. I depolveratori industriali Depureco sono provvisti di un sistema di pulizia del filtro manuale oppure automatico per le applicazioni con grandi quantità di polveri fini.

I depolveratori industriali sono generalmente collegati ad un braccio aspirante oppure a cappe aspiranti localizzate nel processo produttivo. L’aspirazione è generata da un elettroventilatore, che garantisce un’ottima portata d’aria pur riuscendo a mantenere un buon livello di depressione. La filtrazione elevata, tramite un filtro in poliestere, garantisce la massima salubrità dell’aria.

Esistono due tipologie di depolveratori:

  • depolveratori carrellati: garantiscono la massima portata d’aria per un’aspirazione localizzata e regolabile. Si trasportano facilmente da un’area di lavoro all’altra e vengono equipaggiati con bracci aspiranti regolabili.
  • aspiratrucioli ad alta potenza per aspirazione a bordo macchina: sono progettati per rimuovere rapidamente trucioli di diverse dimensioni durante il processo di lavorazione. Vengono integrati direttamente nel processo produttivo, mantenendo l’ambiente di lavoro pulito e sicuro.

Utilizzi e applicazioni

La gamma di depolveratori industriali può aspirare:

  • Polveri in sospensione fini e difficili;
  • Trucioli di alluminio;
  • Fumi e vapori oleosi.

Sono ideali per l’utilizzo con un braccio aspirante o collegati direttamente alla linea di produzione: in questo modo la filtrazione degli agenti inquinanti viene fatta direttamente alla fonte, garantendo massima sicurezza per gli operatori e massima efficienza produttiva.

L’obiettivo principale dei depolveratori industriali è ridurre l’emissione di particolato nell’aria, proteggendo la salute dei lavoratori e limitando l’impatto ambientale delle attività industriali.

 
5
6

Aspiratori per olio e trucioli

4 1

Gli aspiratori industriali per olio e trucioli sono progettati per rimuovere l’olio, i trucioli e altri residui solidi o liquidi prodotti durante i processi di lavorazione meccanica dei metalli, come la tornitura, la fresatura o la rettifica. Questi residui possono essere dannosi per la salute dei lavoratori, contaminare l’ambiente di lavoro e compromettere l’efficienza delle macchine.

20
21

Caratteristiche

Gli aspiratori industriali per olio e trucioli, per svolgere efficacemente il loro compito, devono possedere alcune caratteristiche specifiche, tra cui:

  • Elevata potenza di aspirazione, per poter raccogliere anche i materiali più pesanti e viscosi;
  • Doppio sistema di filtrazione, per separare i trucioli dall’olio e permettere il loro corretto smaltimento o riutilizzo. L’olio e i trucioli aspirati vengono separati con un cestello metallico e un filtro PPL con efficienza di 150 μ;
  • Facilità di manutenzione, ovvero i filtri e i serbatoi devono poter essere puliti regolarmente. Alcuni sono dotati di una pompa ad immersione, che permette di aspirare e reimmettere l’olio opportunamente filtrato in continuo, rendendo il lavoro comodo e veloce.

Le specifiche esatte dipendono poi dalle esigenze di ogni singola applicazione e dalla quantità e tipologia di trucioli e olio da gestire. Ad esempio, gli aspiratori industriali possono essere di diverse dimensioni: alcuni più compatti e portatili, mentre altri di dimensioni maggiori sono progettati per il trattamento di grandi quantità di trucioli e olio.

Utilizzi e applicazioni

Gli aspiratori industriali per olio e trucioli rimuovono gli scarti di lavorazione nell’industria dei metalli, garantendo un ambiente di lavoro più sicuro e pulito.

Il loro utilizzo apporta notevoli vantaggi all’azienda e agli operatori, tra cui:

  • Recupero e riutilizzo di oli da taglio filtrati e puliti;
  • Risparmio sui costi di acquisto dell’olio e di smaltimento dei trucioli;
  • Riduzione dei tempi di manutenzione e dei tempi di inattività.

Inoltre, riducendo l’accumulo di residui si riducono potenziali malfunzionamenti e danni ai macchinari e le loro prestazioni migliorano.

Alcuni di questi aspiratori sono progettati per rimuovere le nebbie o le emulsioni di olio che possono formarsi in questo tipo di ambiente di lavoro. Hanno un sistema di filtraggio speciale, capaci di catturare le particelle solide e gli oli presenti nell’aria, impedendone la dispersione.

Gli aspiratori per olio e truciolo sono ampiamente utilizzati in diverse industrie che coinvolgono lavorazioni meccaniche dei metalli:

  • Industria automobilistica: dove durante la produzione di componenti come motori, trasmissioni, telaio e parti stampate, si generano grandi quantità di trucioli metallici e olio di raffreddamento.
  • Industria dell’aeronautica: La lavorazione dei metalli è essenziale nella produzione di componenti aeronautici, come parti di turbine, componenti strutturali e parti di motori
  • Industria meccanica e ingegneristica: Le aziende coinvolte nella produzione di macchinari, attrezzature industriali e strumenti meccanici utilizzano aspiratori industriali per olio e trucioli per gestire i residui di lavorazione.
  • Industria siderurgica: gli aspiratori per olio e trucioli sono impiegati per rimuovere i trucioli metallici generati durante la lavorazione di materiali come l’acciaio.
  • Industria della lavorazione dei metalli: le aziende specializzate nella lavorazione di metalli, come la fresatura, la tornitura, la trapanatura e la rettifica, utilizzano gli aspiratori industriali per olio e trucioli per gestire i rifiuti di lavorazione. Ciò include sia le piccole officine che le grandi aziende specializzate nella produzione di componenti metallici.

Si tratta quindi di macchine potenti e resistenti, per poter resistere al meglio alle condizioni impegnative dell’ambiente di lavoro e alle sollecitazioni meccaniche.

 
9
8

Aspiratori industriali certificati Atex

5 1

Gli aspiratori industriali con certificazione Atex sono costruiti per poter essere utilizzati in zone a rischio di esplosione. Grazie alla loro conformità alle direttive Atex, garantiscono:

  • Elevati livelli di sicurezza anche in ambienti che possono contenere materiali esplosivi come gas, vapori, nebbie, liquidi o polveri combustibili;
  • La prevenzione di incidenti;
  • Il corretto trattamento dei rifiuti industriali combustibili.

Caratteristiche

Gli aspiratori Atex hanno delle caratteristiche specifiche, che ne rendono idoneo l’utilizzo in ambienti dove è necessario tutelare maggiormente la salute e la sicurezza degli operatori.

  • Costruzione con materiali appropriati: sono realizzati con materiali non infiammabili e antistatici, che riducono il rischio di generazione di scintille o scariche elettrostatiche che potrebbero innescare un’esplosione. Le parti soggette a usura o contatto con polveri infiammabili sono realizzate con materiali resistenti e privi di fonti di ignizione.
  • Certificazione: questi aspiratori sono certificati per essere in conformità alle direttive ATEX specifiche per la prevenzione delle esplosioni negli ambienti di lavoro.  L’Unione Europea, nell’ambito del rischio dovuto alla presenza di atmosfere potenzialmente esplosive, ha adottato due direttive in materia di salute e sicurezza, note come ATEX 2014/34/UE e ATEX 99/92/CE.
  • Costruzione con materiali appropriati: sono realizzati con materiali non infiammabili e antistatici, che riducono il rischio di generazione di scintille o scariche elettrostatiche che potrebbero innescare un’esplosione. Le parti soggette a usura o contatto con polveri infiammabili sono realizzate con materiali resistenti e privi di fonti di ignizione.
  • Turbine certificate Atex: progettate per ridurre al minimo il rischio di fonti di ignizione nelle vicinanze di atmosfere esplosive.
  • Tutte le componenti di ogni aspiratore Atex sono messe a terra.

Questi aspiratori possono essere equipaggiati con sistemi di sicurezza aggiuntivi e delle specifiche particolari a seconda dell’ambiente in cui sono progettati per lavorare. Le zone Atex, infatti, sono tre, differenziate per i gas (0, 1 e 2) e per le polveri (20, 21 e 22)

La speciale certificazione per zona 20 interna all’aspiratore certifica inoltre la sicurezza anche una volta che le polveri pericolose sono state raccolte all’interno del contenitore.

Utilizzi e applicazioni

Gli aspiratori industriali ATEX sono necessari in una varietà di contesti lavorativi dove sono presenti sostanze infiammabili o polveri combustibili. Ecco alcuni esempi di settori in cui l’uso di aspiratori ATEX è particolarmente rilevante:

  • Industria chimica: In ambienti in cui vengono manipolate e lavorate sostanze chimiche infiammabili, come solventi, vernici, resine o gas combustibili, gli aspiratori ATEX sono essenziali per prevenire il rischio di esplosione durante l’aspirazione delle sostanze volatili o la pulizia delle attrezzature.
  • Settore petrolifero e del gas: Sia nelle raffinerie che nelle piattaforme di perforazione, è fondamentale l’uso di aspiratori ATEX per l’aspirazione di gas, vapori e polveri combustibili per ridurre il rischio di incendi o esplosioni in aree in cui sono presenti idrocarburi infiammabili.
  • Forni e industria alimentare: l’aspiratore per forno di un panificio, pasticceria o di un’azienda produttrice di alimenti che coinvolgono processi di cottura o lavorazione ad alte temperature deve essere Atex. Le polveri di farina sospese nell’aria sono circondate di ossigeno e si incendiano facilmente se esposte ad una fiamma o una scintilla.
  • Falegnamerie e lavorazioni del legno: L’industria del legno può generare polveri di legno combustibili durante le lavorazioni di taglio, fresatura o levigatura. Gli aspiratori industriali per falegnameria devono essere quindi certificati ATEX per ridurre il rischio di esplosioni o incendi.
  • Industria metallurgica: Nei processi di lavorazione dei metalli, come la saldatura o la rettifica, possono essere presenti polveri metalliche o vapori infiammabili.
  • Settore farmaceutico: Nell’industria farmaceutica, ci sono spesso sostanze chimiche o polveri infiammabili impiegate nella produzione di farmaci.
 
11
10

Aspiratori industriali per fumi di saldatura

7 1

Gli aspiratori per fumi di saldatura sono progettati per catturare e rimuovere i fumi e i vapori nocivi generati durante il processo di saldatura e che possono contenere sostanze pericolose, migliorando così la qualità dell’aria.

Caratteristiche

Gli aspiratori per fumi di saldatura si differenziano in:

  • Aspirafumi per saldatrici TIG: si tratta di apparecchi carrellati con braccio aspirante, dotati di campana girevole e regolatore di portata d’aria. Grazie alla loro natura mobile e facile da utilizzare, questi aspiratori per fumi garantiscono un’eliminazione efficiente dei fumi di saldatura, migliorando la qualità dell’aria respirata dai lavoratori e aumentando la sicurezza sul posto di lavoro. L’aspirazione è generata da un elettroventilatore, per garantire una grande portata d’aria.
  • Aspiratori per torce di saldatura MIG-MAG: è unagamma specifica di aspiratori progettata per l’aspirazione diretta dei fumi dalla punta della torcia di saldatura. Sono dotati di controllo remoto, ovvero su un lato dell’aspiratore è installato un sensore che consente di controllare la depressione direttamente dalla saldatrice. Attraverso il passaggio del cavo elettrico nella clip, quando l’operatore inizia la saldatura, l’unità inizia l’aspirazione.

Entrambe le tipologie di aspiratori devono possedere alcune caratteristiche fondamentali per garantire un’efficace rimozione dei fumi nocivi e la sicurezza degli operatori:

  • Capacità di cattura: devono essere in grado di catturare efficacemente i fumi direttamente dalla sorgente di saldatura ed essere quindi dotati di sistemi di aspirazione o cappe di aspirazione che raccolgono i fumi inquinanti prima che si diffondano nell’ambiente di lavoro.
  • Efficienza di filtrazione: devono essere dotati di filtri di alta qualità che possano rimuovere le particelle nocive presenti nei fumi di saldatura e garantire che l’aria rilasciata nell’ambiente sia pulita.
  • Portabilità e flessibilità: in alcune situazioni di saldatura, potrebbe essere necessario spostare l’aspiratore da una postazione di lavoro all’altra. Pertanto, è utile che l’aspiratore sia leggero, compatto e dotato di ruote o maniglie per facilitarne il trasporto.

Utilizzi e applicazioni

L’aspiratore per fumi di saldatura è uno strumento ampiamente utilizzato in diversi contesti e settori in cui avvengono operazioni di saldatura, come per esempio:

  • Industria manifatturiera;
  • Officine meccaniche;
  • Laboratori di ricerca e sviluppo;
  • Officine artigianali.

In generale, questi aspiratori possono essere utili in qualsiasi contesto in cui ci sia la necessità di rimuovere e trattare i fumi nocivi generati durante il processo di saldatura, al fine di garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori e mantenere un ambiente di lavoro pulito.

 
12
13

Impianti di aspirazione industriale centralizzati

6

I sistemi di aspirazione industriale offrono numerosi vantaggi rispetto a soluzioni localizzate. Innanzitutto, garantiscono un’aspirazione più potente e continua, grazie alla presenza di un sistema di canalizzazione dedicato. Inoltre, il rumore e gli ingombri nell’area di lavoro sono ridotti, migliorando così l’ergonomia e la produttività dei lavoratori.

Caratteristiche

Un impianto centralizzato di aspirazione è composto da diversi elementi:

  • un’unità di aspirazione:
  • una rete di tubi e canalizzazioni;
  • un sistema di filtrazione;
  • dispositivi di sicurezza.

L’unità aspirante è il cuore dell’impianto ed è progettata per aspirare l’aria dalla zona di lavoro e convogliarla nella rete di tubazione.

La rete di canalizzazione è composta da tubi e accessori, progettati per convogliare l’aria aspirata dall’unità di aspirazione verso l’unità di filtrazione. Il sistema di filtrazione ha la funzione di rimuovere le particelle inquinanti dall’aria aspirata, sfruttando filtri specifici in grado di separare anche le particelle più piccole.

Una volta raccolto il materiale aspirato sarà possibile gestirlo in modo semplice e sicuro per gli operatori.

Utilizzi e applicazioni

I sistemi di aspirazione centralizzati sono molto versatili. Alcuni settori di applicazione sono:

  • Saldatura e lavorazione dei metalli;
  • Lavorazione della plastica e di materiali in fibra di vetro;
  • Produzione di materiali da costruzione;
  • Mulini;
  • Produzione chimica;
  • Industria alimentare;
  • Industria del legno e della carta.

Non c’è un limite alle possibilità di utilizzo di un impianto centralizzato, a patto che venga progettato, costruito e installato pensando al luogo in cui dovrà essere operativo. Un impianto centralizzato di aspirazione legno ad esempio, dovrà essere certificato Atex data la natura infiammabile del materiale aspirato.Questi impianti possono avere dimensioni variabili, a seconda della dimensione dell’area da aspirare, del tipo di sostanze inquinanti presenti e della potenza necessaria per l’aspirazione.

Per garantire la massima efficienza e sicurezza, è importante affidarsi a professionisti esperti in grado di progettare e installare un impianto centralizzato di aspirazione personalizzato e conforme alle normative vigenti.

 
15
14

Sistemi di aspirazione ad aria compressa

9 1

Gli aspiratori ad aria compressa sono dispositivi utilizzati per rimuovere polvere, detriti e altre sostanze inquinanti dall’aria utilizzando l’aria compressa come fonte di energia. Questi aspiratori sono particolarmente utili in ambienti:

  • in cui l’energia elettrica non è disponibile;
  • in cui l’uso di un motore elettrico potrebbe rappresentare un rischio di esplosione.

Grazie alla loro portabilità e alla loro capacità di adattarsi a diverse fonti di energia, gli aspiratori ad aria compressa sono una soluzione flessibile e versatile per la pulizia dell’aria in molti contesti industriali e commerciali.

Caratteristiche

Gli aspiratori ad aria compressa si dividono in due categorie:

Compatti, trasportabili ed alta efficienza di filtrazione: sono una soluzione efficiente per cantieri navali, per l’aspirazione delle polveri di sabbiatura e per varie industrie con grande disponibilità di aria compressa.

In questa tipologia di aspiratori industriali, l’unità aspirante è costituita da potenti unità Venturi, un dispositivo utilizzato per generare un vuoto o una pressione differenziale utilizzando il principio del fluido in movimento.

Anche gli aspiratori ad aria compressa sono dotati di sistemi di filtrazione avanzati per garantire una pulizia dell’aria superiore. I filtri ad alta efficienza permettono di aspirare polveri e solidi in tutta sicurezza, reimmettendo solamente aria filtrata nell’ambiente di lavoro.

Utilizzi e applicazioni

Grazie alla loro alimentazione ad aria compressa, questi aspiratori si prestano ad essere impiegati in contesti in cui può esserci scarsità di energia elettrica, come:

  • Navigazione marittima: sulle navi, in particolare durante i viaggi lunghi o nelle aree remote;
  • Industria petrolifera e del gas: in alcune installazioni offshore o siti di estrazione petrolifera e del gas, dove può essere difficile garantire un’energia elettrica stabile e affidabile;
  • Costruzioni in luoghi remoti: durante la costruzione di infrastrutture in luoghi remoti o isolati, dove potrebbe non essere disponibile una rete elettrica affidabile.

Sono preferiti agli aspiratori tradizionali alimentati ad elettricità anche in quelle industrie in cui l’aria compressa è ampiamente utilizzata, ad esempio nell’industria automobilistica.

A livello di benefici e vantaggi, gli aspiratori ad aria compressa sono particolarmente versatili e il loro uso può risultare più economico, in alcuni contesti, rispetto agli aspiratori a energia elettrica.

 

Aspiratori industriali per sfridi, confezionamento e OEM

8 1

Si tratta diaspiratori industriali compatti per applicazioni di aspirazione diretta su macchine automatiche di processo. Si possono aspirare polveri di diversa tipologia, anche tossiche e pericolose, garantendo il massimo livello di igiene e nessuna contaminazione di ambienti e prodotti.

Caratteristiche

Ogni soluzione è facilmente integrabile sulle macchine grazie alla sua modularità costruttiva.

Questi aspiratori sono tutti equipaggiati di turbina a canale laterale e valvola di sicurezza integrata. Dispongono di un alto livello di filtrazione:

  • Filtro ad alta efficienza classe M;
  • Possibilità di installare filtri Hepa H14.

La gamma di aspiratori industriali per l’industria alimentare e farmaceutica può essere equipaggiata con entrata tangenziale per proteggere il filtro da polveri anche finissime e volatili.

Questi aspiratori possono essere suddivisi in:

  • Aspiratori ergonomici e sanificabili: facili da pulire e sanificare, con altissima efficienza filtrante, ideali per aspirazione in ambienti che richiedano standard igienici elevatissimi.
  • Aspirasfridi: progettati per aspirare sfridi e ritagli di processi produttivi (come packaging o tessile), hanno un’ampia capacità di raccolta.
  • Aspiratori modulari ultracompatti: possono essere adattati ed installati a bordo macchina, anche in luoghi stretti o difficili da raggiungere. Ideali per aspirare piccole quantità di materiale direttamente lungo il processo di produzione.

Utilizzi

Con l’installazione di questa tipologia di aspiratore a bordo macchina, le polveri, gli scarti ed i residui vengono subito eliminate e si riducono così le possibilità di interruzione della produzione causate da malfunzionamenti e inceppamenti dei macchinari di produzione.

Ne fanno uso in particolar modo:

  • Industrie alimentari: gli aspirasfridi vengono impiegati per la rimozione degli sfridi di carta e cartone generati durante il processo di confezionamento del prodotto. Catturando e rimuovendo tali sfridi, mantengono l’area di lavoro pulita e riducendo il rischio di ostruzione delle macchine o di contaminazione del prodotto.
  • Industria tessile: nell’industria tessile, gli aspiratori a bordo macchina sono utilizzati per la rimozione degli scampoli di stoffa generati durante le operazioni di taglio, cucitura e confezionamento dei tessuti.
  • Industria farmaceutica: gli aspiratori ad applicazione diretta sulle macchine vengono utilizzati per sfridi di materie prime (polveri, granuli, pastiglie non conformi), per la pulizia delle linee di produzione e il rispetto di determinati standard igienici e per il controllo di polveri e particelle sottili. Gli aspiratori utilizzati nell’industria farmaceutica devono rispettare rigorosi standard di pulizia, igiene e sicurezza. Questi dispositivi sono fondamentali per mantenere puliti gli ambienti di lavoro, migliorare l’efficienza dei processi produttivi e garantire la qualità dei prodotti finali.
  

In conclusione, scegliere correttamente un aspiratore industriale è fondamentale per garantire un ambiente di lavoro sicuro, pulito ed efficiente.

Considerando attentamente le esigenze specifiche, valutando le caratteristiche tecniche e prendendo in considerazione i vantaggi e i benefici offerti da ciascun modello, è possibile fare la scelta migliore per le proprie applicazioni industriali.

Non esitate a contattarci per avere maggiori informazioni o per un preventivo.

 

Altri articoli

case study cvs for welding fumes

CASE STUDY: impianto di aspirazione centralizzato per fumi di saldatura

16/01/2024
Leggi
aspiratori per bricchettatrice

Aspiratori per bricchettatrici: Case Study

01/06/2023
Leggi
shooting_range_vacuum_solutions

Aspiratori industriali Atex per la pulizia di polvere da sparo e bossoli nei poligoni di tiro

13/02/2023
Leggi
sistemi_di_pulizia_filtro_copia-20230110-1517

I SISTEMI DI PULIZIA DEL FILTRO PER ASPIRATORI DEPURECO

11/01/2023
Leggi
hepa_filters_copia

Che cos’è un filtro HEPA in un aspiratore e come funziona?

30/11/2022
Leggi
apertura_floor_preparation_blog

EVITA L’ESPOSIZIONE ALLA POLVERE DI SILICE CON GLI ASPIRATORI

29/07/2022
Leggi
post_explosion_pentagon_ridotta

Pentagono dell’Esplosione

02/03/2022
Leggi
puma_atex_ridotta

It never hurts to be careful!

02/03/2022
Leggi
flameless_vent_ridotta

Depureco Puma 10 Certificato ATEX 1/3D

08/07/2021
Leggi
impianto_dv_air_

Depureco CVS 37 kW -500 mBar

30/06/2021
Leggi

Iscriviti alla nostra newsletter

    Anti spam Code
    captcha

    * campi obbligatori